PORTA BLINDATA O CORAZZATA

Porta blindata o corazzata? Esiste davvero una differenza?

Siete in procinto di trasferirvi e volete installare una porta ingresso blindata? Oppure volete sentirvi più sicuri in casa vostra e avete deciso di scegliere una porta corazzata? Ma blindata o corazzata? È proprio questo il problema! Allora è giunto davvero il momento di fare chiarezza e capire quale sia la differenza tra porta blindata e porte corazzata e soprattutto se esiste davvero.

Cosa si intende per porta blindata o corazzata: tutto quello che devi sapere

Comunemente si sceglie di usare questi due termini in maniera distinta, come se si trattasse di due strutture ben diverse; eppure sfugge quale sia la vera differenza tra “blindata” e “corazzata”. Gli esperti del settore certo non contribuiscono a fare chiarezza, anzi spesso sono i primi a fare distinzioni ingiustificate tra i due tipi di porte. Facciamo un passo indietro.

Brevi cenni di storia della porta blindata

Fino agli anni ’60 e ’70 le porte d’ingresso degli appartamenti erano ancora fatti in legno: non vi era una tecnologia applicata, né la sensazione di pericolo e il bisogno di sicurezza erano così dilaganti. Verso la metà degli anni ’70 cominciarono ad essere prodotte le prime porte rinforzate con altri materiali. Si iniziò ad applicare un rivestimento in lamiera alla porta in legno esistente al fine di renderla più resistente all’irruzione di malintenzionati in casa. Il termine utilizzato per indicare questo tipo di porta rinforzata è stato porta blindata.

In seguito, non furono solamente applicate delle lamiere metalliche che ricoprissero la superficie, ma la struttura stessa della porta veniva costruita in ferro. Da qui il termine “corazzata” per indicare un nuovo tipo di porta, interamente realizzata in un materiale più resistente. Oggi, ovviamente, tutte le porte blindate d’ingresso delle case sono interamente realizzati in ferro e non solamente rafforzate da pannelli in lamiera.

Commercialmente è stata data una maggior enfasi al termine “corazzata”, indicando con tale termine una porta maggiormente sicura e robusta rispetto ad una porta blindata.

In realtà una concreta differenza tra porta blindata e porta corazzata non esiste.

I due termini risultano essere sinonimi ed entrambi indicano che una porta è interamente costruita con materiali resistenti come il ferro.

porta blindata

corazza s. f. [lat. coriacea, femm. dell’agg. coriaceus «di cuoio»] 2. estens. e. Lamiera in ferro o acciaio applicata come rivestimento a una porta in legno, che si dice così porta corazzata o blindata.
corazzare v. tr. [der. di corazza]. 1. Munire di corazza: c. una porta.
blindare v. tr. [dal fr. blinder; v. blinda]. 1. Corazzare, rivestire con corazza protettiva.
blindato agg. [part. pass. di blindare] 1. [rivestito di una corazza protettiva: porta b.] ≈ corazzato, protetto, rafforzato, rinforzato.

Dunque, è sbagliato sostenere che una sia più facilmente scassinabile dell’altra. Infatti, ai fini della sicurezza, non è tanto rilevante il materiale e la quantità di ferro utilizzata nella fabbricazione di una porta blindata o corazzata, ma i sistemi antiscasso utilizzati in costruzione per contrastare gli attacchi dei ladri.

I ladri, nel momento in cui scassinano una porta blindata, agiscono sempre sui due punti più deboli: la serratura e le cerniere. Con un piede di porco e gli altri semplici strumenti per lo scasso, i malviventi non impiegano più di due minuti ad aprire un serramento agendo su questi due lati.

Se volete saperne di più, scoprite cos’è il “laboratorio antiscasso” di Gruben.

Cerniere e serratura per porta blindata: le vere soluzioni antiscasso

Se allora non esiste una differenza reale tra porte blindate e porte corazzate, come scegliere la soluzione più sicura? Nel momento in cui decidiamo di installare una porta d’ingresso, dobbiamo valutare quale sia la differenza tra i sistemi antiscasso utilizzati nel lato cerniere e serratura delle diverse soluzioni proposte. Per scegliere la migliore serratura per porta blindata dobbiamo per forza affidarci agli esperti del mestiere.

Gruben, da parte sua, propone:

  • serratura principale azionata da un cilindro europeo di ultima generazione che comanda la chiusura dei catenacci centrali e dei puntali verticali.
  • dispositivo antimanomissione di blocco integrato nella serratura principale e gestito con altra chiave differente.
  • la serratura brevettata Genius con un catenaccio di chiusura centrare realizzato in un unico
    blocco di acciaio resistente alla leva generata dal Piede di Porco.
  • brevetto eXtendo che consente di aumentare l’escursione dei puntali verticali di chiusura rispetto alle corsa standard (2 cm) insufficiente a resistere adeguatamente agli scassi.
  • brevetto CONUS, consistente in una corazza conica di protezione che contrasta gli scassi finalizzati allo spaccamento del cilindro europeo, come l’attacco con il tubo innocente

Per quanto invece riguarda il lato cerniere, tutte le porte blindate Gruben sono costruite con il sistema ad incastro antistrappo a “bocca di lupo” che permette di incastrare l’intera anta all’interno del telaio ancorato al muro, in modo da opporre una resistenza su tutta l’altezza della porta alla forza generata dalla leva di un Piede di Porco.

Scopri tutti i segreti di una porta blindata a prova di ladro esperto.

Porte Blindate Roma

Se vi chiedete quali siano per una porta blindata costi e tipologie antiscasso, veniteci a trovare direttamente presso la nostra fabbrica in Via Nettunense, Km. 7,800 ad Ariccia (Roma), a 10 minuti dall’uscita “Appia – Ciampino” del G.R.A. di Roma. Oppure contattateci allo 06.9342005 per un preventivo porta blindata.

 
Cerca

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie su questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi